Diversity Opportunity | Digital Innovators & Contamination Thinking. CatobiStrategy: Community che anticipa il futuro!
1603
post-template-default,single,single-post,postid-1603,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,transparent_content,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Digital Innovators & Contamination Thinking. CatobiStrategy: Community che anticipa il futuro!

Intervista a Carlo Tommaso Bisaccioni, Founder & Ceo at CatobiStrategy, e Alessandra Martina CeppiBU Marketing Manager at CatobiStrategy

 

“CatobyStrategy, la prima community virtuale di Digital Innovators in italia: come nasce l’idea?

CatobiStrategy nasce da un’idea molto umana: quella della condivisione. 

La nostra prima volontà è stata quella di creare un luogo dove connettere le persone, attraverso idee innovative e l’utilizzo delle tecnologie migliori per raggiungere i propri obiettivi.

CatobiStrategy è un movimento costruito sull’idea che oggi l’innovazione digitale è al centro di ogni organizzazione. È necessario digitalizzare le operazioni interne per fare le cose meglio, più velocemente e farne meno; trovare nuovi modi per coinvolgere gli utenti e portare sul mercato nuovi servizi.

Ma soprattutto è importante mettere le persone al centro, proprio per questo motivo all’interno di CatobiStrategy portiamo avanti un sistema costruito sull’holocracy in cui ciascuno è importante per l’eterogeneità che porta nel gruppo.

 

Quali i valori ispiratori?

Come anticipato, ci muovono sicuramente la passione e la volontà di condivisione; ma ancora la convinzione che all’interno del mondo del lavoro attuale sia molto importante costruire relazioni umane che diventano poi relazioni lavorative basate in primis sulla fiducia.

Ecco perché è così importante per noi il singolo individuo, più che l’azienda per cui lavora, sono le persone la nostra migliore risorsa. CatobiStrategy è una community che vive della passione dei propri membri.

Inoltre ci siamo avvicinati fin da subito al mondo dell’università, abbiamo ospitato per tre mesi una Junior Enterprise all’interno di CatobiStrategy e questo ci ha permesso di sviluppare l’altro elemento core che ci caratterizza ossia la formazione orientata all’innovazione.

La stessa formazione che, all’interno delle aziende di oggi, dovrebbe diventare lo strumento strategico di welfare aziendale e di crescita:

  • Agile: Studiata con metodi consolidati ma pronti a essere rivisti
  • Open. Si trasforma la figura del trainer, diventa un facilitatore: orientata a modificare comportamenti, non a dare nozioni 
  • La formazione come associazione di molteplici linguaggi e prospettive – no iperspecializzazione
  • Neuroscience-based 

 

Chi sono i Digital Innovators che la costruiscono ogni giorno?

Innanzitutto sono persone prima che professionisti.
Ognuno con seniority diverse ma siamo tutti under 30.
Alcuni lavorano da 4/5 anni, altri sono entrati nel mondo del lavoro da qualche mese, eppure siamo tutti accomunati dalla fame di dare, fare, creare, sviluppare. 

Puoi trovare la professionista appena uscita dall’università che collabora in CatobiStrategy mentre lavora in ufficio, prepara il Pitch per la sua start-up e intanto frequenta un Master. 

Non siamo tutti legati al mondo del marketing anzi, abbiamo ingegneri, analisti, grafici, insomma un pool variegato di persone che hanno scelto di voler far parte di un movimento di condivisione digitale.

 

Siete nati all’interno di un momento storico che potremmo definire “Bolla temporale”; come avete reinterpretato questi mesi e questi giorni?

Abbiamo creato un ecosistema che vive e procede in modo completamente asincrono, abitiamo tutti in luoghi diversi, molti di noi non si sono mai incontrati dal vivo, si sono conosciuti in CatobiStrategy. 

Eppure abbiamo trovato il modo di dedicare il tempo a questo progetto imparando a pensarlo solo ed esclusivamente da remoto. Non è sempre semplice, in particolare alcune volte vorremmo proprio poterci vedere anche solo per prendere una birra. Nonostante questo tutto quello che abbiamo creato è stato fatto in remoto.

Questo apre la strada alla possibilità di creare concretamente aziende che vivono e lavorano da remoto, portando avanti comunque task e obiettivi. 

Questo non significa che per noi non sia importante la fisicità o il territorio tanto che a Pandemia terminata ci piacerebbe “colonizzare” Hub e Co-work, dei quali siamo già in numerose città partner, per poter creare delle vere e proprie cellule regionali di CatobiStrategy.

 

Voi non aspettate il futuro, lo costruite e gli date forma: quali percorsi di sviluppo e di ingaggio per i prossimi mesi per chi vorrà seguirvi?

Andremo avanti con Digital Innovators, il nostro podcast che vedrà aprirsi nuove rubriche sempre più interessati e con speker guest davvero di altissimo livello.

Spingeremo sulla nostra rubrica core Innovation Spritz che continuerà a vedere tra gli ospiti i nomi più importanti dell’Innovazione in Italia e non solo.

Sicuramente porteremo avanti i nostri eventi, su modello del Vitruviano Digitale e poi inizieremo a mettere a terra dei veri e propri strategy-workshop, il primo sarà l’11 Febbraio.

E poi chissà, per un po’ di sana scaramanzia non vogliamo dirlo a voce troppo alta ma dalle costole della community che continuerà ad esistere potrebbe staccarsi una start up innovativa, orientata all’umanesimo digitale e IoB.

 

Un meme da giovani per i giovani per le sfide che sono ai blocchi di partenza:….?”

Urca!  La nostra community ci sono dei veri esperti di MEME, se dovessimo sceglierne una sola, anche se forse non è proprio una meme diremmo FIRST REACTION SHOCK.

1Comment
  • Carlo Tommaso Bisaccioni
    Posted at 12:03h, 28 January Reply

    Grazie Mariella e grazie Ilaria!
    E’ stato, e continuerà ad essere, un piacere per noi poter collaborare insieme a voi e alla vostra stupenda realtà: Diversity Opportunity

    Avete fatto della nostra intervista, un bellissimo blogpost. Gazie!

    A presto!

    La Crew di catobistrategy.com

Post A Comment